Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

Franco Noriega lo chef più sexy

Immagine
E' direttamente da un media spagnolo, più precisamente latino che mi arriva una notizia che lascia un po' perplessi, e presto spiegato il perchè.  Franco Noriega è un ragazzo peruviano, alto 1.88 centimetri con la voglia di aprire un ristorante a New York, dal nome Brasa, nel quartiere di Williamsburg a Brooklyn perché lui ama cucinare ed è uno chef di tutto rispetto.
In una recente intervista ha dichiarato di preferire la cucina al modello. La sua carriera iniziata nel 2008 solo per racimolare qualche soldino per il suo ristorante aperto a Maggio.

Le origini di Franco sono italianissime, la madre infatti è di Milano. Ha sempre dichiarato in ogni intervista che tra fare il cuoco e il modello, quello che lo emoziona di più è cucinare . Fare il modello ed il cuoco è ovviamente un’esperienza molto diversa ma a tratti molto simile in quanto entrambe, secondo me, sono una forma d’arte. Ho iniziato a fare il modello otto anni fa e ci sono momenti di gioia e altri di inquietudine …

Paola Iezzi - Lovenight (Lyric Video)

Immagine
Paola Iezzi ha pubblicato un nuovo brano LOVENIGHT. Il brano già in rotazione radiofonica e on line il video, è un brano molto estivo e ballabile come spesso è il suo stile musicale. "Lovenight" di Paola Iezzi - nato dalla collaborazione con Steve Anderson (produttore anche di Kylie Minogue).


Io me ne andrei
Sono in cerca di un miracolo
E partirei
Evitando ciò che è logico
Perché la gente è stanca
Ma sei qui adesso e sei la
Lovenight
Dancing in the moonlight
Se stiamo insieme niente può far male
Passerà la notte vedrai
nella Lovenight
Dancing in the moonlight
Niente è come ieri
Caccia via i pensieri
E tornerà l'amore per noi
So che ci sei
Che abbiam bisogno l'un dell'altro noi
Perché il dolore sfianca
Stiam già ballando nella
Lovenight
Dancing in the moonlight
Se stiamo insieme niente può far male
Passerà la notte vedrai
nella Lovenight
Dancing in the moonlight
E faremo festa, con quel che ci resta
Tornerà l'amore per noi
Non lo scorderai
Il cielo è in una …

Papa. "chiediamo scusa ai gay"

Immagine
Seppur pieno di virgoletatto a volte discutibile, non si era MAI visto e sentito un Papa pronunciare parole così "belle".

“Io credo che la Chiesa non solo deve chiedere scusa ai gay, ma deve chiedere perdono anche ai poveri, alle donne stuprate, ai bambini sfruttati nel lavoro, deve chiedere scusa di aver benedetto tante armi. I cristiani devono chiedere perdono per aver accompagnato tante scelte sbagliate”. “L’ho detto nel mio primo viaggio e lo ripeto, anzi ripeto il Catechismo della Chiesa cattolica: i gay non vanno discriminati, devono essere rispettati, accompagnati pastoralmente. Si può condannare qualche manifestazione offensiva per gli altri. Ma il problema è che con una persona di quella condizione, che ha buona volontà, che cerca Dio, chi siamo noi per giudicare? Dobbiamo accompagnare bene è quello che dice il Catechismo. Poi, in alcuni Paesi e tradizioni, ci sono altre mentalità, qualcuno che ha una visione diversa su questo problema”.

Looking diventa un film

Immagine
E' stato uno dei telefilm più seguiti con un pubblico non numerosissimo ma fedelissimo. Looking dopo due stagioni è stato chiuso, ma per far finire bene la stagione la HBO ha preparato un film.



Looking: The Movie è stato scritto da Andrew Haigh (Weekend) e Michael Lannan, diretto da Haigh e ha come produttori esecutivi ancora Haigh, Lannan e Sarah Condon. La serie, creata da Lannan, si basava sul cortometraggio del 2011 Lorimer. Looking, serie a tematica gay, debuttò per la prima volta su HBO nel gennaio 2014 ed è stato trasmesso per due stagioni con un totale di 18 episodi. Looking: The Movie debutterà sabato 23 luglio alle ore 22 sulla rete via cavo premium HBO.

Golden : siamo tutti così

Immagine
E' un corto quello di Kai Stänicke, che commuove e lascia se si vuole senza respiro. 
Si nasce sin da piccoli diversi, l'uno dall' altro  e a volte le picco le differenze vengono marcate da stupidi che non sanno vedere la loro di diversità. Spesso è una diversità una differenza che non andrebbe osteggiata, vedi la loro stupidità ma soprattutto quella che uccide, l' IGNORANZA.
Lo trovo bellissimo.

La TUA voce nella lotta contro il preconcetto

Immagine
Thiago Martins, Betty Lago, Bruno Gagliasso, Antonio Pitanga, Glória Pires, Mateus Solano, Marcos Pasquim, Stênio Garcia, Alexandre Borges e Paolla Oliveira. Questi nomi non vi dicono nulla lo so, ma sono i più importanti attori brasiliani che ci siano e hanno tutti collaborato a una campagna chiamata  “CEDS". mai come in questo momento ci sarebbe bisogno di uno spot del genere che circolasse anche nelle nostre reti.
 La CEDS in Brasile combatte da tempo contro tutte le discriminazioni verso le razze, religioni e generi sessuali. Sono nel 2015 più di 5 milioni di brasiliani sono stati pesantemente discriminati sotto tutti i punti di vista.Clicca qui per vedere il bellissimo spot


#Orlando e la piena beneficenza di tutti

Immagine
Non ho parlato, non ho volutamente parlato della strage che pochissimi giorni fa ha colpito la comunità gay di Orlando. 49 le vittime. Vittime di una OMOFOBIA ancora maledettamente dilatante. Obama non ha usato mezzi termini per definire questa strage la peggiore degli ultimi 50 anni per una comunità. ‘Per tante persone che sono anche qui oggi, lesbiche, gay, bisessuali e transgender, la discoteca Pulse è semrpe stata un rifugio sicuro, un luogo dove cantare, ballare e, soprattutto, essere chi si è veramente. Domenica mattina quel santuario è stato violato nel peggior modo che si possa immaginare. Quali che siano le motivazioni del killer, qualunque influenza l’abbia condotto sulla strada della violenza e del terrore, questo è stato un atto di terrorismo ma anche un atto di odio. Questo è stato un attacco alla comunità glbtq. L’odio verso le persone a causa del loro orientamento sessuale, indipendentemente da dove provengal, è un tradimento a ciò che è meglio in noi. Questo è un buon…

Orlando e il suo 11 settembre

Immagine
L' 11 settembre dell'Omofobia. le 50 vittime sorprese in un locale gay di Orlando non potevano mai immaginare una strage così.  Omar Mateen, questo  il suo nome, di origini Afgane, la notte del 12 giugno 2016 ha preso in ostaggio più di 100 persone uccidendone 50.  le parole del padre dell' asssino hanno lasciato un segno nella comunità: “Il movente religioso non c’entra nulla, ha visto due gay che si baciavano a Miami un paio di mesi fa ed era molto arrabbiato. Siamo scioccati come il resto dell’America”. Il giovane ragazzo dopo la vista di un semplice bacio tra due ragazzi, ha scatenato l'Inferno. la causa non è dovuta a motivi religiosi, ma a pura e semplice OMOFOBIA, odio per il diverso, per i diritti del semplice individuo.

Questi episodi di PURA FOLLIA, dimostarno ancora una volta il lavoro e percorso che ancora la comunità gay deve fare.

Non dire mai a una coppia gay che..

Immagine
Ci sono tanti luoghi comuni che ho visto sfatare soprattutto all'estero.  Ci sono momenti nella vita di ognuno di noi in cui viviamo momenti così imbarazzanti 

The Conjuring – IL CASO ENFIELD. Al cinema

Immagine
Finalmente un Horror con protagonisti Vera Farmiga e Patrick Wilson, di nuovo negli abiti dei coniugi Warren, investigatori del paranormale. Un film applaudito dalla critica americana, che si appresta ad arrivare nelle nostre sale il 23 Giugno.

Gianluca Buonanno morto in un incidente stradale

Uno dei personaggi più discutibili sicuramente era il leghista Buonanno. Omofobo, xenofobo, e tantissime altre cose che finiscono in “ofobo”, e che non sono proprio belle. Ho letto tantissime critiche su di lui, giornali e commenti a post poco gradevoli. Attenzione non sto difendendo le sue dichiarazioni fatte in vita, tipo :" i criminali sarebbe meglio ammazzarli che metterli in prigione"o che i froci dovrebbero tacere con una banana nel culo, che lui stesso avrebbe preferito la morte alla legge sulle unioni civili. Mo di e pensieri di vedere la vita sicuramente molto distanti dalla maggior parte delle persone "sane". ma quando entra in scena la morte, qui tutto andrebbe ridimensionato. L' istinto umano a volte ci gioca brutti scherzi, sarebbe facile "gioire" per un uomo così duro e apparentemente meschino, sarebbe troppo facile. Un uomo che nella sua vita pubblica ha promosso spesso l'intolleranza e la violenza non meritava certo il nostro ris…

New York Time:" L' Italia è il paese più gay del mondo"

Immagine
A dirlo in un editoriale è il giornalista Frank Bruni.  naturalmente non si parla di gay dal punto di vista demografico, ma dal punto di vista morale. Spiegamoci meglio. L'Italia è il paese della moda per eccelenza, anche maschile e molti dei nostri clichè hanno rami gay.
"Se esiste un paese più gay dell'Italia, non so quale sia. Non voglio dire gay dal punto di vista demografico. Quello non si può sapere. Intendo spiritualmente gay. Ma allora perché l'Italia non è più gentile con gli omosessuali?"   "Questo è un paese di regole barocche - religiose e laiche - ma pochi le considerano stringenti. Perché cambiarle se puoi scegliere a quale obbedire?".  "Dovremmo pretendere che tutti facciano coming out?", si chiede un amico di Frank Bruni, studioso dell'Italia. "Non penso che gli italiani lo vorrebbero, e non per vergogna ma perché amano la loro privacy" Io non penso sia un problema di Privacy, anzi...credo sia più un problem…

Gwen Stefani e un ritorno (no) Misery

Immagine
L' ultimo album di Gwen Stefani non ha scalato le classifiche ma è un album maturo, con sonorità pop.
Il brano è una dichiarazione d'amore al suo compagno.


Non è la Rai DAY, il 12 giugno su Mediaset Extra

Immagine
Per chi è cresciuto a pane e Non è la rai questa è una di quelle notizie che risveglia tutte le anime nostalgiche. Domenica 12 Giugno torna NON E' LA RAI. 14 ore di programmazione senza sosta sul canale 34



 Il programma nacque nel 1991 e la prima edizione è andata in onda per tutta la stagione 1991/1992 su Canale 5, nella fascia oraria del mezzogiorno a partire dal 9 settembre, con la conduzione di Enrica Bonaccorti e la partecipazione di Antonella Elia ed Yvonne Sciò. Il programma andò in onda fino al 1995, dove la vera vincitrice fu Ambra  angiolini che quell'anno incise uno degli album che verranno più ricordati, T' APPARTENGO. Per l'occasione di questo anniversario il 26 Giugno la Sony/BMG farà uscire sul mercato la ristamba dell'album in formato 33 giri.